Poveri e povertà nel Medioevo

Siamo lieti di presentare il libro di Poveri e povertà nel Medioevo, scritto da Giuliana Albini. Scaricate il libro di Poveri e povertà nel Medioevo in formato PDF o in qualsiasi altro formato possibile su mercatinidinataletorino.it.

ISBN
9788843082629
DIMENSIONE
10,14 MB
NOME DEL FILE
Poveri e povertà nel Medioevo.pdf
DATA
2016
Mercatinidinataletorino.it Poveri e povertà nel Medioevo Image
DESCRIZIONE
I poveri furono una presenza costante nella società medievale, caratterizzata, nel suo complesso, da un limitato livello di sviluppo e da forti disuguaglianze. Miseria economica, disagi sociali, privazione di diritti interagivano, creando situazioni di bisogno e, insieme, di marginalità. Era un universo, quello delle povertà, tutt'altro che immobile, perché le profonde trasformazioni, congiunturali e strutturali, dei secoli dal VI al XIV, generavano via via stati di necessità assai diversi tra loro. La percezione, personale e collettiva, della povertà era permeata dalla dottrina cristiana che, riconoscendo nei poveri l'immagine di Cristo, invitava ad aiutarli a sopportare le loro condizioni, per evitare forme di disperazione e di sovvertimento dell'ordine sociale. All'interno delle dinamiche di una società profondamente cristiana, dunque, si costruirono complesse reti di protezione (informali o organizzate), nelle quali avevano spazio sia iniziative individuali sia istituzionali (ecclesiastiche, anzitutto, ma anche civili). Nel confronto tra elaborazione teorica e pratica quotidiana, il libro vuol fare emergere volti e luoghi della povertà e della carità.
SCARICARE
LEGGI ONLINE

E, per contrasto, il mondo degli altri. Che guardano al povero con misericordia ma, al tempo stesso, con disgusto e paura. Questo è quanto racconta, in sostanza, Giuliana Albini nel suo Poveri e povertà nel Medioevo (Carocci). Che si concentra su due aspetti sostanziali: sui luoghi e sui volti della povertà medievale; e sui modi per affrontarla.

I poveri furono una presenza costante nella società medievale, caratterizzata, nel suo complesso, da un limitato livello di sviluppo e da forti disuguaglianze. Miseria economica, disagi sociali, privazione di diritti interagivano, creando situazioni di bisogno e, insieme, di marginalità.

LIBRI CORRELATI

La sinagoga di Pisa. Dalle origini al restauro ottocentesco di Marco Treves.pdf

I gesuiti.pdf

Attaccamento traumatico. Il ritorno alla sicurezza. Il contributo dell'EMDR nei traumi dell'attaccamento in età evolutiva.pdf

L' uno per uno. elementi di diagnosi differenziale in psicoanalisi.pdf

La preghiera del mattino e della sera.pdf

Grammatica del tedesco parlato.pdf

Yervant Gianikian-Angela Ricci Lucchi.pdf

Più brave per forza. Storie di donne e sport dal Novecento a oggi.pdf

Professionisti a colloquio. Consigli e tecniche per sostenere con successo la job interview.pdf

Tecnologia e tecnica del cartongesso.pdf

Storia del dessert. La più dolce delle invenzioni.pdf